LibertÓ di Vacanza - Provincia di Ancona - Assessorato al Turismo


Questo Ŕ lo skip menu. Vuoi navigare:




Provincia di ancona - Assessorato al turismo LibertÓ di vacanza


download cartoguida

Sei in: - home page > Chiese, Santuari, Abbazie, Eremi > Abbazie dell'Appennino


Selezionati per te

I Comuni della Provincia


Abbazie dell'Appennino

Abbazie dell'Appennino

Lungo l'alta valle dell'Esino, dalle parti della Gola della Rossa, nel fabrianese, moltissime abbazie sono parte integrante del paesaggio circostante.
La pi¨ importante Ŕ l'abbazia di San Vittore delle Chiuse, frazione di Genga, fondata alla fine del X secolo dai Longobardi, edificio a due corpi in stile romanico con elementi bizantini.
Altre abbazie degne di visita sono l'abbazia di San Biagio in Caprile, in localitÓ Campodonico di Fabriano, antico monastero benedettino del 1030 quasi tutto costruito in pietra calacarea, l'abbazia di Santa Croce di Tripozzo, del XI – XII secolo, a Sassoferrato, l'abbazia di Santa Maria dell'Appennino, la pi¨ antica tra quelle che si trovano tra il monte Catria e il monte Cucco, situata in un luogo molto suggestivo, l'abbazia di Sant'Emiliano in Congiuntoli, lungo la strada arceviese in direzione Sassoferrato, del X secolo, che conserva ancora intatta la sua struttura originaria, l'abbazia di San Salvatore di Valdicastro, ad est di Fabriano, immersa in un fantastico pesaggio naturalistico, l'abbazia di Sant'Urbano, ad Apiro, fondata dai monaci benedettini, tipico modello di arte romano-gotica, l'abbazia di Sant'Elena, a Serra San Quirico, nata nel 1005 per opera di San Romualdo, costruita in bloccheti di pietra, e, per finire, l'abbazia di San Cassiano di Valbagnola, nei pressi di Fabriano, risalente al XI secolo.

  • Lascia un commento

    Se ci sei giÓ stato e vuoi lasciare un commento, pu˛ farlo qui.
    I migliori o i pi¨ utili verranno pubblicati.



Provincia di Ancona - Assessorato Turismo - Via Palestro, 7 Ancona - email: turismo@provincia.ancona.it


NOTA: La seguente visualizzazione priva di grafica è causata da un browser (programma di navigazione) obsoleto o dalla consapevole disattivazione degli stili grafici.